Secondarie di I grado


Biodiversità: straordinaria, normalissima

Luogo: attività al chiuso
Durata: 1 ora circa
Descrizione: La biodiversità è potenzialmente ovunque l'Uomo non abbia pesantemente stravolto l'ambiente naturale e non è difficile coglierla anche in micro-ambienti, come pozze d'acqua temporanee o gli argini delle strade.
Più facile e più gratificante è cercarla nei luoghi eletti alla sua protezione: le aree protette. In questi luoghi la Natura è libera di esprimersi al meglio, offrendo la possibilità di mostrare gli equilibri più delicati e le specie più fragili in tutta la loro varietà e abbondanza.

[modulo I] Abbiamo un esempio straordinario di tutela della biodiversità marina nel Golfo di Trieste: l'area marina protetta di Miramare, l'unica riserva marina del Friuli Venezia Giulia, Oasi del WWF e Riserva MaB tutelata dall'UNESCO.
Con gli studenti scopriremo quali accorgimenti sono stati (e sono ancora) necessari per garantire la tutela di un tratto di mare del Golfo di Trieste, che, con soli 30 ettari di protezione integrale facenti capo a Miramare, costituisce una risorsa preziosa per l'intero Golfo. Preziosa per le specie e gli habitat che protegge ma anche per la salvaguardia del paesaggio, della bellezza e, in fondo, delle attività economiche e turistiche a essi collegati: insomma la Natura fa bene a tutti.

[modulo II] L'area marina protetta di Miramare, con la sua eredità di 30 anni di protezione gestita dal WWF, riserverà molte sorprese, specialmente perchè, pur piccolissima, ospita tutti gli habitat presenti nel Mar Mediterraneo: l'ambiente di marea, la scogliera, l'ambiente sabbioso-fangoso e la prateria a fanerogame marine.
L'avvicendarsi di questi ambienti in un'area così contenuta, comporta una ricchezza e una varietà di specie che rimanda direttamente al vecchio adagio "diversità è ricchezza": ogni ambiente infatti, ogni nicchia ecologica, ospita specie animali e vegetali perfettamente specializzate per vivervi, con accorgimenti e adattamenti da lasciare stupefatti.
Non solo la varietà di ambienti, ma anche la loro esposizione alla luce solare è motivo di specializzazione: organismi capaci di vivere solo in presenza dell'intero spettro di onde luminose non si avventureranno mai troppo lontano dalla superficie del mare, mentre altri, adattati a muoversi nella colonna d'acqua o a colonizzare i fondali, avranno via libera per estendere i confini della loro esistenza in ambienti più bui.

Le attività si svolgeranno con l'ausilio di diorami e ricostruzioni.

Passeggiando nella Riserva dell'Unesco

Luogo: attività all’aperto
Durata: 1 ora circa
Descrizione: Una rilassante passeggiata a tappe attraverso il Parco di Miramare, dal porticciolo di Grignano alla spiaggia delle ex Scuderie di Miramare costeggiando i limiti a terra dell'Area Marina Protetta di Miramare, consente di osservare dal vivo alcuni ambienti protetti, come la scogliera o l'ambiente di marea, alcune specie marino-costiere tipiche di Miramare (come i marangoni dal ciuffo, i cefali o i polmoni di mare) e alcuni elementi notevoli del paesaggio (come le dimore storiche degli Asburgo, le mitilicolture, le boe che delimitano l'area marina, il paesaggio terrazzato della costiera triestina e l'altipiano carsico). Grazie a questi elementi e alla lettura integrata del paesaggio sarà possibile osservare come i limiti della Riserva marina sfumino verso i più ampi confini della Riserva MaB di Miramare e della Costiera Triestina tutelata dall'UNESCO: un'area da proteggere e da conoscere per il modo armonico in cui uomo e natura (Man&Biosphere) hanno saputo finora convivere, valorizzandosi a vicenda.

Identifish e Home sweet home 

Luogo: attività all'aperto o al chiuso
Durata: 1 ora e mezza circa
Descrizione: L’attività didattica permette di approfondire la sistematica degli organismi marini, scoprendone le principali caratteristiche attraverso un gioco a squadre (Identifish) che porterà a comprendere come strutture, forme, dimensioni, colori e funzioni siano in stretta relazione con l’ambiente di vita. Grazie all’attività “Home-sweet-home” si comprenderà il perché e il significato evolutivo delle strutture e delle caratteristiche di ciascun organismo.
NOTE: L’attività è indicata per le sole classi prime.

Chimica-fisica del mare

Luogo: attività all'aperto o al chiuso
Durata: 1 ora e mezza circa
Descrizione: Grazie a questo laboratorio si analizzerà il mare a partire dalle sue componenti più elementari: con l’utilizzo di strumentazioni scientifiche sarà possibile rilevare i parametri più importanti dell’acqua marina, come salinità, densità, quantità di ossigeno presente, e quelli meteomarini come la temperatura dell'aria, la pressione atmosferica e la velocità del vento. Attraverso questi dati, tutt’altro che asettici, si otterrà una nuova chiave di lettura per la comprensione dell’ecosistema mare e del suo ruolo nella vita stessa del pianeta.

Mimetismo

Luogo: attività all'aperto
Durata: 1 ora e mezza circa
Descrizione: L’attività didattica sviluppa il tema del mimetismo nel mondo animale e vegetale, in tutte le sue forme, declinato sia in ambiente marino che terrestre. Un’attività pratica di identificazione di organismi mimetizzati consente di imparare a riconoscere le tipologie di mimetismo e le strategie degli organismi marini, impegnati nel difficile gioco della sopravvivenza in natura, dove non sempre è il più forte a vincere.

L'ambiente di marea 

Luogo: attività al chiuso e all'aperto
Durata: 3 ora e 30' circa
Descrizione: L’attività - che si sviluppa presso la suggestiva spiaggia dell’Area marina, accessibile solo se accompagnati dallo staff WWF - valorizza una delle peculiarità del golfo di Trieste, dove l’escursione di marea, tra le maggiori in tutto il mare Adriatico, raggiunge il metro e mezzo.
Alla ricerca e osservazione diretta degli organismi sulla spiaggia, segue un riconoscimento delle diverse specie mediante l’utilizzo di semplici schede didattiche e lo sviluppo di un facile transetto che permetterà di comprendere gli adattamenti che le diverse specie hanno sviluppato per poter sopravvivere in questo ambiente di transizione. La conoscenza di questo delicato e importantissimo ambiente marino porterà i bambini a comprenderne l’importanza a livello ecologico e la necessità della loro tutela e conservazione.
NOTE: L’attività è soggetta al ciclo delle maree ed è possibile solo in alcune giornate prestabilite e per un massimo di due classi a giornata. La fattibilità dell’attività dev’essere quindi preventivamente verificata con la Segreteria.

Mare e rifiuti 

Luogo: attività al chiuso e all'aperto
Durata: 1 ora e mezza circa
Descrizione: L’attività affronta l’impatto dei rifiuti umani sull’ambiente naturale e come questi possano produrre inquinamento, squilibrio dei cicli naturali, interferenze con la catena alimentare e altre incidenze negative sull’ecosistema. Confrontarsi con questo problema, riflettere sulle sue cause e analizzare le strategie finora adottate per limitarlo, è quanto proposto in questa attività, che prevede una parte sul campo per la raccolta e la classificazione dei rifiuti spiaggiati e un momento successivo di analisi della provenienza e dei tempi medi di decomposizione delle varie tipologie dei materiali e di elaborazione dei dati raccolti, utile per comprendere quali azioni locali e globali debbano essere intraprese per una gestione dei rifiuti umani sempre più rispettosa dell'ambiente.

La rete alimentare 

Luogo: attività al chiuso e all'aperto
Durata: 1 ora e mezza circa
Descrizione: L’attività sviluppa il tema delle strette relazioni che regolano la vita di prede e predatori, nel perenne gioco della lotta per la sopravvivenza. L’osservazione diretta di alcuni organismi e la delicata e momentanea raccolta di tracce sulla riva del mare permetterà di avvicinarsi a questo importante tema attraverso un lavoro di gruppo che prevede la ricostruzione della piramide alimentare della spiaggia e la comprensione del flusso di energia tra i vari livelli trofici.

Il benthos

Luogo: attività al chiuso e all'aperto
Durata: 2 ora circa
Descrizione: La scolaresca in visita troverà ad attenderla un campione di benthos appositamente prelevato dallo staff dell’Area Marina per svolgere l’attività. Il laboratorio vedrà trasformati i ragazzi in giovani ricercatori impegnati nell’analisi di campioni di fondale marino, alla ricerca degli organismi che vivono infossati nel substrato sabbioso-fangoso. La loro osservazione, prima a occhio nudo, poi con lenti e alla fine con i microscopi, consentirà di scoprirne i principali caratteri sistematici e comprenderne abitudini di vita e ruolo ecologico.
NOTA: l’attività è soggetta a condizioni meteomarine favorevoli al prelievo del campione di benthos al largo.

Il plancton 

Luogo: attività al chiuso
Durata: 1 ora e 30' circa
Descrizione: Una retinata di plancton raccolto appositamente dallo staff sarà il focus delle attività teoriche e pratiche che i ragazzi svolgeranno nel corso della mezza giornata. Grazie all’osservazione al microscopio di una serie di campioni di plancton vivo e fissato sarà possibile individuare le peculiari strutture di questi organismi animali e vegetali alla base delle piramidi alimentari. Mediante l’utilizzo di strumenti quali microscopi e schede didattiche di riconoscimento, i ragazzi lavoreranno a gruppo per raccogliere i dati, per poi confrontarli e commentarli insieme.
NOTA: L’attività è soggetta a condizioni meteomarine favorevoli al prelievo del campione di plancton al largo.

Mitilicoltura nel golfo di Trieste

Descrizione: L’incontro con i pescatori e le imbarcazioni per la mitilicoltura presso il porticciolo di Grignano offrirà agli studenti l’occasione per scoprire il dietro le quinte di questo lavoro, le sue varie fasi e le attrezzature necessarie, conoscendo così le difficoltà e il fascino di questo mestiere. L’osservazione dal vivo di una porzione di resta con mitili, grazie all’utilizzo di lenti d’ingrandimento e microscopi, impegnerà i ragazzi in un lavoro di gruppo nel quale verrà esplorata la ricca comunità di organismi vegetali e animali che questo mollusco ospita esternamente e al suo interno.
Luogo: al chiuso e all’aperto
Durata: 2 ore circa

Seawatching

Luogo: attività all'aperto
Durata: 2 ora e 30' circa (comprensive di briefing iniziale)
Descrizione: Lo snorkeling non è solo un passatempo estivo ma anche un’attività didattica che può riservare molte sorprese. Grazie all’utilizzo di maschera, boccaglio e pinne, i partecipanti, accompagnati da una guida qualificata, andranno alla scoperta del mondo sommerso dell’Area Marina lungo un sentiero subacqueo poco profondo, tra gli scogli ed a pochi metri dalla riva.
NOTA: attività possibile nei mesi di giugno e settembre e soggetta alle condizioni meteomarine.