Primarie


Biodiversità: il tesoro di Miramare

Luogo: attività al chiuso
Durata: 1 ora circa
Descrizione: Cos'è la biodiversità? Si vede? Si tocca? Si annusa? Si assaggia? Sì, ma sopratutto si protegge! E prima ancora si osserva, per poterla riconoscere in ogni ambiente naturale che si incontra.
[modulo I] Nel Golfo di Trieste esiste un posto speciale dove cercare la biodiversità: è l'area marina protetta di Miramare, l'unica riserva marina del Friuli Venezia Giulia, Oasi del WWF e Riserva MaB tutelata dall'UNESCO.
Con i bambini cercheremo di scoprire come la Riserva Marina sia un'alleata della biodiversità, che qui è ospite indiscussa e protetta: ma da chi e perché va protetta? che rischi corre? chi la minaccia? cosa può fare ogni bambino per difenderla?
[modulo II] Assieme ai bambini andremo a scoprire qual è il "tesoro" di Miramare! In uno scrigno di soli 30 ettari di mare, l'area marina riserva molte sorprese: pur essendo tanto piccola da poterla abbracciare con uno sguardo, la Riserva ospita tutti gli habitat presenti nel Mar Mediterraneo, e centinaia di organismi marini dalle caratteristiche curiose e affascinanti.
L'avvicendarsi di ambienti di roccia, sabbia, fango e praterie sommerse, permette a una moltitudine di specie animali e vegetali di trovare il proprio habitat ideale, di "metter su casa" e di vivere indisturbata dall'Uomo, dalla pesca e dall'inquinamento. In questo modo, ogni specie contribuisce alla creazione di un vero e proprio giardino sommerso, una ricchezza preziosa da conservare gelosamente!
Le attività si svolgeranno con l'ausilio di diorami e ricostruzioni.

Colori, suoni e odori del mare

Luogo: attività all’aperto
Durata: 1 ora circa
Descrizione: Un percorso guidato sulla spiaggetta dell’Area Marina permetterà di scoprire, attraverso i sensi, i segreti del mare e la sua magia: aguzzando la vista, l’udito, l’olfatto e il tatto e grazie ad alcune attività emotivamente coinvolgenti, i bambini saranno accompagnati alla scoperta dell’ambiente marino tra i suoi molteplici e cangianti colori, le diverse forme dei suoi abitanti, gli odori e i suoni più caratteristici, che verranno infine reinterpretati dai bambini in uno speciale concerto del mare.
NOTA: L’attività è adatta al primo ciclo delle primarie ed è soggetta al ciclo delle maree, perciò la sua fattibilità dev’essere preventivamente verificata con la Segreteria.

Il Gran Ballo di Miramare

Luogo: atività all’aperto o al chiuso
Durata: 1 ora e mezza circa
Descrizione: C’è gran festa a Miramare! La Bavosa ha organizzato un ballo per i 30 anni della Riserva e vuole festeggiare insieme ai suoi amici, gli abitanti del mare. Accompagnata dai bambini, parte per una passeggiata lungo il mare (I modulo) per andare ad invitare i suoi amici organismi marini, come il Mitilo, il Granchio, la Stella marina.
Ci siamo! è arrivato il grande momento e i bambini, vestiti a festa parteciperanno alle danze! (II modulo) Ma ogni organismo balla a modo suo: ognuno infatti ha le proprie particolarità che dipendono dalla sua forma, adattata all'ambiente in cui vive: pinne, tentacoli, code... la danza sarà un vero spasso!
Questi due moduli privilegiano gli aspetti dinamici, abbinati ad aspetti di scoperta e conoscenza. I bambini impareranno così perché è importante una Riserva e perché gli organismi ci vivono al sicuro, scoprendone anche alcune caratteristiche e curiosità.
E per concludere la conoscenza della Riserva, (III modulo) la favola di Guenda, una balenottera golosa e un poco sbadata che ci aiuterà a parlare di inquinamento marino e dei problemi che causa agli organismi del mare.
Su richiesta, è possibile aggiungere un'attività integrativa e interattiva (IV modulo) in cui i bambini posizionano gli organismi che hanno conosciuto durante i primi moduli, nel corretto ambiente in cui vivono (scogliera, sabbia, colonna d'acqua...).
NOTA: l’attività è indicata solo per il primo anno della scuola primaria.

Una Riserva da favola

Luogo: attività all’aperto o al chiuso
Durata: 1 ora circa
Descrizione: Il racconto animato di una favola con protagonisti pesci, paguri, stelle marine, balene e tartarughe, permette di avvicinare i bambini alla conoscenza del mare e all’importanza della sua tutela. Grazie a personaggi buffi o avventurosi e utilizzando strumenti, linguaggi e metodologie adatte all’età dei bambini, si potranno affrontare diversi temi inerenti l’ambiente marino, dalla conoscenza di alcuni suoi abitanti e degli ambienti in cui vivono al problema dell’inquinamento marino.

Passeggiando nella Riserva dell'Unesco

Luogo: attività all’aperto
Durata: 1 ora circa
Descrizione: Una rilassante passeggiata a tappe attraverso il Parco di Miramare, dal porticciolo di Grignano alla spiaggia delle ex Scuderie di Miramare costeggiando i limiti a terra dell'Area Marina Protetta di Miramare, consente di osservare dal vivo alcuni ambienti protetti, come la scogliera o l'ambiente di marea, alcune specie marino-costiere tipiche di Miramare (come i marangoni dal ciuffo, i cefali o i polmoni di mare) e alcuni elementi notevoli del paesaggio (come le mitilicolture, le boe che delimitano l'area marina, il paesaggio terrazzato della costiera triestina e l'altipiano carsico). Grazie a questi elementi e alla lettura integrata del paesaggio sarà possibile osservare come i limiti della Riserva marina sfumino verso i più ampi confini della Riserva MaB di Miramare e della Costiera Triestina tutelata dall'UNESCO: un'area da proteggere e da conoscere per il modo armonico in cui uomo e natura (Man&Biosphere) hanno saputo finora convivere, valorizzandosi a vicenda.

Identifish e Home sweet home 

Luogo: attività all’aperto o al chiuso
Durata: 1 ora e mezza circa
Descrizione: L’attività didattica permette di approfondire la sistematica degli organismi marini, scoprendone le principali caratteristiche attraverso un gioco a squadre (Identifish) che porterà a comprendere come strutture, forme, dimensioni, colori e funzioni siano in stretta relazione con l’ambiente di vita. Grazie all’attività “Home-sweet-home” si comprenderà il perché e il significato evolutivo delle strutture e delle caratteristiche di ciascun organismo.
NOTA: l'attività non è indicata per il primo anno della scuola primaria (vedi piuttosto "Il Gran Ballo della Riserva")

Chimica-fisica del mare

Luogo: attività all’aperto o al chiuso
Durata: 1 ora e mezza circa
Descrizione: Grazie a questo laboratorio si analizzerà il mare a partire dalle sue componenti più elementari: con l’utilizzo di strumentazioni scientifiche sarà possibile rilevare i parametri più importanti dell’acqua marina, come salinità, densità, quantità di ossigeno presente, e quelli meteomarini come la temperatura dell'aria, la pressione atmosferica e la velocità del vento. Attraverso questi dati, tutt’altro che asettici, si otterrà una nuova chiave di lettura per la comprensione dell’ecosistema mare e del suo ruolo nella vita stessa del pianeta.
NOTE: indicata per il secondo ciclo.

Mimetismo

Luogo: attività all’aperto
Durata: 1 ora e mezza circa
Descrizione: L’attività didattica sviluppa il tema del mimetismo nel mondo animale e vegetale, in tutte le sue forme, declinato sia in ambiente marino che terrestre. Attraverso l’osservazione diretta di organismi e quella indiretta grazie a filmati e immagini, i bambini lavoreranno in gruppo per elaborare le informazioni ricevute e organizzarle in schede didattiche e simuleranno le strategie di alcuni organismi tramite piccole teatralizzazioni al fine di comprendere meglio attraverso il gioco quanto difficile possa essere il gioco quotidiano della sopravvivenza in natura, dove non è sempre il più forte a vincere…
NOTE: L’attività è soggetta al ciclo delle maree ed è possibile solo in alcune giornate prestabilite. La fattibilità dell’attività dev’essere quindi preventivamente verificata con la Segreteria.

L'ambiente di marea 

Luogo: attività all’aperto e al chiuso
Durata: 3 ore e mezza circa
Descrizione: L’attività - che si sviluppa presso la suggestiva spiaggia dell’Area marina, accessibile solo se accompagnati dallo staff WWF - valorizza una delle peculiarità del golfo di Trieste, dove l’escursione di marea, tra le maggiori in tutto il mare Adriatico, raggiunge il metro e mezzo.
Alla ricerca e osservazione diretta degli organismi sulla spiaggia, segue un riconoscimento delle diverse specie mediante l’utilizzo di semplici schede didattiche e lo sviluppo di un facile transetto che permetterà di comprendere gli adattamenti che le diverse specie hanno sviluppato per poter sopravvivere in questo ambiente di transizione. La conoscenza di questo delicato e importantissimo ambiente marino porterà i bambini a comprenderne l’importanza a livello ecologico e la necessità della loro tutela e conservazione.
NOTE: indicata per il secondo ciclo. L’attività è soggetta al ciclo delle maree ed è possibile solo in alcune giornate prestabilite e per un massimo di due classi a giornata. La fattibilità dell’attività dev’essere quindi preventivamente verificata con la Segreteria.

Mare e rifiuti 

Luogo: attività al chiuso e all’aperto
Durata: 1 ora e mezza circa
Descrizione: L’attività affronta l’impatto dei rifiuti umani sull’ambiente naturale e come questi possano produrre inquinamento, squilibrio dei cicli naturali, interferenze con la catena alimentare e altre incidenze negative sull’ecosistema. Confrontarsi con questo problema, riflettere sulle sue cause e analizzare le strategie finora adottate per limitarlo, è quanto proposto in questa attività, che prevede una parte sul campo per la raccolta e la classificazione dei rifiuti spiaggiati e un momento successivo di analisi della provenienza e dei tempi medi di decomposizione delle varie tipologie dei materiali e di elaborazione dei dati raccolti, utile per comprendere quali azioni locali e globali debbano essere intraprese per una gestione dei rifiuti umani sempre più rispettosa dell'ambiente.
NOTE: indicata per il secondo ciclo.

La rete alimentare 

Luogo: attività al chiuso e all’aperto
Durata: 1 ora circa
Descrizione: L’attività sviluppa il tema delle strette relazioni che regolano la vita di prede e predatori, nel perenne gioco della lotta per la sopravvivenza. L’osservazione diretta di alcuni organismi e la delicata e momentanea raccolta di tracce sulla riva del mare permetterà di avvicinarsi a questo importante tema attraverso un lavoro di gruppo che prevede la ricostruzione della piramide alimentare della spiaggia e la comprensione del flusso di energia tra i vari livelli trofici.

Il benthos

Luogo
: attività al chiuso e all'aperto
Durata: 2 ora circa
Descrizione: La scolaresca in visita troverà ad attenderla un campione di benthos appositamente prelevato dallo staff dell’Area Marina per svolgere l’attività. Il laboratorio vedrà trasformati i ragazzi in giovani ricercatori impegnati nell’analisi di campioni di fondale marino, alla ricerca degli organismi che vivono infossati nel substrato sabbioso-fangoso. La loro osservazione, prima a occhio nudo, poi con lenti e alla fine con i microscopi, consentirà di scoprirne i principali caratteri sistematici e comprenderne abitudini di vita e ruolo ecologico.
NOTA: l’attività è indicata per le classi IV e V ed è soggetta a condizioni meteomarine favorevoli al prelievo del campione di benthos al largo.

Mitilicoltura nel golfo di Trieste

Descrizione: L’incontro con i pescatori e le imbarcazioni per la mitilicoltura presso il porticciolo di Grignano offrirà agli studenti l’occasione per scoprire il dietro le quinte di questo lavoro, le sue varie fasi e le attrezzature necessarie, conoscendo così le difficoltà e il fascino di questo mestiere. L’osservazione dal vivo di una porzione di resta con mitili, grazie all’utilizzo di lenti d’ingrandimento e microscopi, impegnerà i ragazzi in un lavoro di gruppo nel quale verrà esplorata la ricca comunità di organismi vegetali e animali che questo mollusco ospita esternamente e al suo interno.
Luogo: al chiuso e all’aperto
Durata: 1 ora e 30’ circa
NOTE: indicata per il secondo ciclo

Impronte nel mare

Luogo: attività all’aperto
Durata: 1 ora circa
Descrizione: Questo laboratorio si svolge all’aria aperta, sulla spiaggia e a pochi metri da riva, dove i bambini vengono condotti dalle guide del WWF Miramare alla scoperta delle principali specie animali e vegetali marine del Golfo di Trieste, attraverso l’esplorazione sicura dei fondali, ma con i soli piedi in acqua, grazie all’utilizzo di speciali visori. Pesci, alghe verdi e rosse, crostacei e molluschi saranno solo alcuni degli organismi che potranno essere osservati direttamente dai bambini e riconosciuti grazie a schede didattiche colorate di facile utilizzo.

Seawatching

Luogo: attività al chiuso e all’aperto
Durata: 2 ora e 30' circa (comprensiva di briefing introduttivo)
Descrizione: Lo snorkeling non è solo un passatempo estivo ma anche un’attività didattica che può riservare molte sorprese. Grazie all’utilizzo di maschera, boccaglio e pinne, i partecipanti, accompagnati da una guida qualificata, andranno alla scoperta del mondo sommerso dell’Area Marina lungo un sentiero subacqueo poco profondo, tra gli scogli ed a pochi metri dalla riva.
NOTA: indicata per il secondo ciclo. Attività possibile nei mesi di giugno e settembre e soggetta alle condizioni meteomarine.