Sabato 25 marzo - Ora della Terra: Escursione sotto le stelle nella Riserva Unesco

Proteggere l’ambiente e avere cura della Terra è compito di ognuno di noi: ognuno può offrire il proprio contributo, ma per decidere come agire è importante riflettere e considerare bene le azioni da fare. Earth Hour (https://www.earthhour.org) è un grande evento mondiale, ma è anche un’occasione intima fermarsi e pensare: spegnere le luci, accendere la coscienza ecologica e meditare sul futuro che vogliamo dare al nostro pianeta. Un’ora a luci spente, lontano dall’energia elettrica, a godere della Natura e della primavera appena iniziata.
In occasione di questo importante evento, celebrato in tutto il mondo sotto l’egida del Panda, WWF AMP Miramare propone una passeggiata al calar della sera, per ascoltare il risveglio della Natura e per soffermarsi a guardare la volta del cielo.

 banner oradellaterra

Il contesto sarà la bellezza della Riserva MaB UNESCO di Miramare e della costiera Triestina, da scoprire grazie alla guida esperta di un naturalista e di un fisico che ci mostreranno i segreti della natura carsica e delle costellazioni attualmente visibili nel nostro cielo.
Ma non solo: inquinamento acustico e luminoso passano spesso inosservati nella frenesia della vista quotidiana, ma nella quiete del crepuscolo ci soffermeremo per valutare quanto il nostro piccolo territorio ne risenta e quali accorgimenti sia possibile seguire per migliorarne lo stato di salute

La passeggiata proposta si snoderà nei dintorni di Santa Croce e terminerà con l’osservazione e qualche considerazione sul cielo da un punto panoramico.
#changeclimatechange può iniziare dai gesti di ognuno di noi!

vedetta slataper

Questo appuntamento è il primo incontro primaverile alla scoperta della Riserva MaB UNESCO di Miramare e della Costiera Triestina (maggiori dettagli qui: http://goo.gl/vbmAHu), promosso dall’AMP Miramare con il sostegno della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia: il gruppo, guidato dal naturalista Paolo Utmar, di incamminerà dall’abitato di Santa Croce e dopo aver attraversato il caratteristico paesaggio dei pastini, proseguirà su un sentiero al limite tra il flysch e calcare, area interessante per osservare la differente vegetazione formatasi nei due ambienti, con le prime fioriture di euforbia di Wulfen, di salvia, di lecci e roverelle.

Giunti al ciglione si percorrerà la pineta d’impianto a pino nero con grise e tracce di macchia mediterranea per giungere infine alla vedetta Slataper (nella foto qui sopra) situata sul monte S. Primo, a 278 mslm. Qui, accompagnati da Gabriele Cralli, fisico e divulgatore scientifico, e grazie all’utilizzo di un telescopio da campo, osserveremo il firmamento alla ricerca dei pianeti e delle costellazioni visibili in questo periodo, dalla Galassia di Andromeda al Doppio Ammasso del Perseo, dalle Pleiadi e le Iadi alla Grande Nebulosa di Orione. Ovviamente confidando nella benevolenza del meteo!

L’osservazione del cielo e le luci della città in lontananza, ci daranno spunto per parlare dell’inquinamento luminoso causato dalle attività antropiche e del rapporto tra Uomo e Natura, che nelle Riserve MaB Unesco sembrano trovare un equilibrio privilegiato.

Al termine delle osservazioni, si riprenderà una comoda strada per raggiungere nuovamente il centro di Santa Croce.

Difficoltà: turistica

Durata: 3 ore circa

Pubblico: adulti, famiglie e bambini accompagnati a partire dagli 8 anni.

Info e prenotazioni: la partecipazione è gratuita ma la prenotazione è obbligatoria, chiamando lo 040 224147, interno 3; lunedì - venerdì 10-13