Primarie

Chimica-fisica itinerante

Descrizione: Nel corso di una passeggiata a tappe lungo il corso del Timavo, dalle risorgive alla foce, verranno raccolti e analizzati alcuni campioni d'acqua per valutarne i principali parametri chimico-fisici quali pH, ossigeno disciolto, temperatura ecc, dal punto di vista qualitativo e quantitativo, nonché per evidenziare la variazione dei parametri stessi tra l’acqua dolce delle risorgive a quella salmastra della foce. Il laboratorio a cielo aperto si svolgerà in piccoli gruppi e con l’utilizzo di strumenti da campo e schede per la raccolta dati.
Nota: indicata per il secondo ciclo

Coste del FVG: dove la terra incontra il mare

Descrizione: Spaziando dalla laguna alle falesie, dagli argini delle ex valli da pesca, ora Riserve naturali, ai meandri del fiume Stella, dai porti alle marine, dai fari alle dune, la proposta didattica mira a offrire agli studenti nuovi strumenti e interpretazione del variegato paesaggio marino-costiero.
Una parte teorica, condotta presso l’aula polifunzionale WWF presso San Giovanni di Duino, introdurrà l’estrema varietà della linea di costa del Friuli Venezia Giulia, ponendo l’accento sulle particolarità morfologiche, evolutive, naturalistiche, antropiche, storiche e paesaggistiche della stessa. Una parte pratica sul campo, presso il Villaggio del Pescatore, permetterà poi di approfondire il tema della spiaggia naturale, dell’ambiente creato dall'escursione di marea e di quelli di risorgiva e di foce, delle specie botaniche autoctone e alloctone e della straordinaria presenza di un sito archeologico nella stessa zona costiera.
Nota: indicata per il secondo ciclo

Il Carso a picco sul mare: il sentiero Rilke

Descrizione: Questa escursione didattica lungo lo spettacolare itinerario nella Riserva Naturale delle Falesie di Duino, con il sentiero a picco sul mare fino all'altezza di 90 m, tanto semplice quanto panoramico, offre moltissimi spunti di approfondimento e discussione, dai fenomeni geologici del carsismo superficiale (con i campi solcati, le scannellature, i fori di dissoluzione, le vaschette di corrosione) a quelli faunistici con protagonista assoluto, anche se molto schivo, l’algiroide magnifico simbolo della Riserva, ma anche il falco pellegrino o il gufo reale assieme a specie più facili da osservare fino a quelli vegetazionali, straordinari in ogni stagione per la compresenza di elementi della flora mediterranea, continentale e illirica, ricca di preziosi endemismi come il fiordaliso del Carso.
Non mancherà qualche nota culturale e storica per inquadrare i più notevoli elementi del paesaggio antropico, come il Castello dei Principi della Torre e Tasso o la sottostante e turistica baia di Sistiana.
Nota: indicata per il secondo ciclo